Pesce azzurro: prospettive e sostenibilità

Palermo, 21-Jan-2017 - E' stato il talk show "Pesce azzurro: prospettive e sostenibilità" con Giovanni Tumbiolo, presidente del Distretto della Pesca di Mazara del Vallo; Franco Andaloro, dirigente di ricerca dell’ISPRA, Mario Pagliaro del CNR, Pierpaolo Drago, produttore di conserve di pesce ad aprire oggi alle 12 la Festa del Pesce e del Mare di Sanlorenzo Mercato. 

Per due giorni il Mercato si è trasformato in un borgo marinaro per andare alla scoperta del pesce azzurro e del mare siciliano.  L'incontro è stato moderato dalla giornalista Marialaura Crescimanno.

"Cinquant'anni fa consumavamo 150 specie di pesce. Oggi soltanto quaranta. E di queste quaranta, l'80% è costituito solo dalle solite dieci", ha spiegato Andarolo. 

"Proteggere il mare parte da una visione armonica basata sulla bioeconomia e la pace", ha esordito Tumbiolo. "Pochi mesi fa per Blue Sea Land sono venute in in Sicilia 52 delegazioni da altrettanti Paesi".

"Vengono", ha spiegato ancora Tumbiolo, "anche perché il problema del pesce azzurro siciliano è lo stesso di quello tunisino o algerino".

"Il problema delo grasso di pesce azzurro considerato scarto dall'industria conserviera", ha aggiunto Pagliaro", "è analogo a quello delle qcque di vegetazione dei frantoi. In entrambi i casi, il valore di quello che si considera 'scarto' è persino superiore a quello del prodotto principale. Il grasso di pesce azzurro è una fonte di preziosi omega-3. E quello siciliano è particolarmente pregiato"

L'intero talk show può essere rivisto online.


Go to Latest News